Mare e Natura.

Scoprire i mille volti della Puglia è un’esperienza affascinante e sorprendente, un viaggio dove ciascuno può appagare i propri desideri. Se ami la natura ed il mare, il richiamo delle spiagge del Salento è irresistibile. Puoi rilassarti tra le incantevoli distese di sabbia di Torre dell’Orso, Melendugno e Baia Verde; passeggiare a piedi nudi per calette incontaminate o attraversare in barca la straordinaria grotta di Zinzulusa; immergerti nelle acque cristalline di Otranto e Punta Prosciutto; sfiorare la vegetazione rigogliosa e unica dei Laghi Alimini. E quando il sole sta per tramontare, rigenerarti con un cocktail fresco in uno dei numerosi e affollati locali della movida gallipolina.

Dopo esserti riposato, puoi salire a grandi bracciate lungo la dorsale adriatica nelle marine di Fasano– tra il Salento settentrionale e la Murgia barese- sovrastate da colline popolate da macchia mediterranea folta e rigogliosa; Polignano a Mare, con le incantevoli grotte naturali disegnate nei secoli dall’azione erosiva del vento e dell’acqua (da non perdere, in particolare, Grotta Palazzese); Molfetta con il magnifico porto dominato da un grazioso borgo antico. Proseguendo in questo incantevole viaggio che dal profondo Salento ti porterà alla scoperta delle altre perle della regione, non può mancare una tappa a Taranto, capitale della Magna Grecia che si distende armoniosa tra il Mar Piccolo ed il Mar Grande. Il borgo antico e quello moderno sono separati dalla natura, ma uniti da uno dei prodigi dell’ingegneria moderna: il ponte girevole, simbolo ed orgoglio della città.

Tra le meraviglie naturalistiche pugliesi da non perdere non si possono non annoverare la Grotte di Castellana, il complesso speleologico più importante d’Europa: un viaggio nella viscere della terra tra millenarie stalagamiti e stalagtiti,3 km. di caverne, corridoi e voragini dai nomi curiosi e mitologici.

Se adori macinare chilometri in bicicletta, perderti tra le verdeggianti campagne di Brindisi, Mesagne, Oria, Latiano, San Vito dei Normanni e Carovigno– salutato da imponenti alberi di ulivo- è un’esperienza indimenticabile.

La magia della Puglia è lo straordinario connubio tra generosità della natura e l’eredità lasciata intatta da secoli di storia e dal passaggio di popoli diversi. Dal profondo Salento al Gargano puoi fingerti un antico sovrano percorrendo le ampie sale dei castelli aragonesi e normanni- Carovigno, Oria, Bari, Gioia del Colle, Barletta- un tempo abitate da coraggiosi cavalieri in attesa del nemico su torri inespugnabili. E in questo sogno ad occhi aperti riconoscerti nei panni dell’imperatore Federico II di Svevia di ritorno dalle fatiche delle Crociate al maestoso Castel del Monte, sull’altopiano delle Murge.

Immaginati mentre- zaino in spalla- ammiri a bocca aperta i gioielli del Barocco salentino– a partire da Lecce “La Firenze del Sud”- e dei piccoli borghi della provincia, custodi di tradizioni popolari che intrecciano sacro e profano, canti e racconti in griko– antico dialetto salentino- e balli tarantati al ritmo frenetico dei tamburelli.

Avanzando a Nord-Est ti ritroverai nel paesaggio incantevole della Valle d’Itria tra il candore dei trulli di Alberobello- eterni gioielli imbiancati a secco- e uliveti imponenti a perdita d’occhio; Ostuni con le antiche casette del centro storico tinteggiate con calce color latte; i vicoli stretti di Cisternino e Martina Franca animati da ristorantini dove gustare arrosti di carne tipica e salumi a km. 0 prodotti nelle generose masserie della zona.

Itinerari del gusto.

Accanto alle bellezze naturali ed artistiche, la Puglia regala un trionfo di sapori genuini e variegati. Una cucina semplice che affonda le radici nella terra e nel mare. Ti guideremo in un itinerario del gusto per agriturismi silenziosi, trattorie e ristoranti custodi dei sapori autentici del passato, masserie dove degustare salumi e formaggi appena realizzati dalle mani sapienti dei maestri casari.

A Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Torre dell’Orso, Fasano, Savelletri o Polignano a Mare assaporerai del pesce fresco appena pescato seduto al tavolo di un ristorantino affacciato sulla scogliera.